Piante e magia – ARNICA

L[amazon_textlink asin=’B082J8JS48′ text=”Arnica’ template=’ProductLink’ store=’Labirintomagico_21′ marketplace=’IT’ link_id=’dd863d43-ca89-4050-9526-13cafcabaaff’] -uso erboristico: L’Arnica appartiene alla famiglia botanica delle Asteraceae, conosciute anche come Compositae. Si tratta di una pianta erbacea perenne, dal fusto eretto e poco ramificato, che può raggiungere i settanta centimetri di altezza.

Vanta proprietà principalmente antiflogistiche, esclusivamente per uso topico (applicata direttamente sulla pelle della parte malata).Le sue principali proprietà dell’Arnica sono: antiinfiammatoria, antimicrobica, antinevralgica, anti traumatica, analgesica viene quindi consigliata esclusivamente per uso esterno in caso di ematomi, stiramenti, contusioni, edemi, risentimenti muscolari e articolari e altre manifestazioni conseguenti a operazioni chirurgiche o eventi traumatici.
È indicata anche in caso di punture d’insetti, foruncolosi e lievi infiammazioni cutanee.

È un ottimo rimedio contro l’acne.
Pestate 20 g di fiori freschi di arnica e aggiungete 25g di miele.
Lavorate a lungo la pastella ottenuta e unite altri 25g di miele.
Mescolate ancora e poi ponete il prodotto fra due compresse di garza.
Applicate l’impacco sulla pelle e lasciatelo agire per un po’ di tempo. Non fate questa maschera più di una volta alla settimana.
L’arnica non può essere assunta per uso interno perché risulta tossica
Non va applicata in caso di ferite aperte, ulcere, escoriazioni, perché ne sortirebbe un effetto irritante per la pelle e una forte sensazione di bruciore.

 

Arnica  – uso magico: Olio di arnica è stato usato per le sue magiche proprietà curative per secoli. Gli effetti magici della pianta si manifestano per contatto: basterà quindi stare vicino alla pianta e sfiorare i suoi steli, le sue foglie o i suoi fiori anche essiccati.

E’ maggiormente utilizzata sotto forma di filtro per la stanchezza e come parte di talismano per protezione degli infortuni e dalle cadute.

Al giorno d’oggi si usa anche per ricevere messaggi dai propri defunti o dagli spiriti guida. Si confeziona un sacchetto viola con dentro dell’arnica e lo si mette al collo durante tre notti. La rivelazione nel sogno della terza notte.

Consigliata per ungere le candele in rituali di bando, allontanamento di persone sgradite e moleste, di abitudini malsane, negatività a tutti i livelli, dolori sia fisici che non, dispiaceri, incidenti, etc. si appendeva sul camino per scongiurare i temporali…oppure corone di arnica sulle porte di casa per proteggerla

La pianta, messa  dimora in giardino o balcone, porta fortuna e rasserena.

Contrariamente ad altre piante i fiori dell’arnica devono essere raccolti quando sono ancora in bocciolo, e non a piena fioritura.

Potrebbero interessarti anche...

Ciao, ti va di commentare questo articolo?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.