Cos’è la Magia cerimoniale?

La Magia Cerimoniale è quella branca della magia che pone il magista ( mago)  in contatto con energie e forze particolari. Tale contatto è cercato sempre per uno scopo, qualunque esso sia.

  • Per entrare in contatto con tali forze il magista (mago) può:

– invocare e canalizzare le forze ( operazioni cabalistiche);
– evocare in maniera visibile le forze servendosi di opportuni Cerchi Magici.

Le istruzioni che dall’antichità ci giungono a noi per queste ultime operazioni, sono contenute in volumi che prendono il nome di Grimori.

Il termine Grimori ha, probabilmente, origine dal francese antico ed ha il senso di “libro che contiene istruzioni di base”.
I Grimori sono un’insieme di istruzioni sui tempi, sui modi e sui Paramenti da indossare per evocare alcune entità.
Inoltre i Grimori si dilungano sulla descrizione di queste entità, sulle loro attività e su come il magista può condurre, in tutta sicurezza, le evocazioni magiche.

  • Secondo il tipo di forze evocate possiamo parlare di:

– Goetia per evocazioni “diaboliche”;
– Teurgia per evocazioni “angeliche”.

Come affermato prima il magista evoca e controlla tali forze per uno scopo in particolare, qualunque esso sia.
In tale ottica la distinzione classica, di derivazione cristiana, tra “demoni” e “angeli” perde qualsiasi significato e importanza: l’evocazione in ogni caso è provocata e deve essere controllata e condotta secondo le volontà del magista che, per la propria incolumità sia fisica che psichica, deve usare tutte le precauzioni possibili.

Vai nel forum per spiegazioni dettagliate

 4,214 total views,  7 views today

Potrebbero interessarti anche...

Ciao, ti va di commentare questo articolo?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.