Il Reiki o energia universale

Cos’è il Reiki?

Il Reiki è un metodo di guarigione naturale  basato sull’imposizione delle mani che si sviluppa attraverso la canalizzazione e trasferimento dell’energia universale da operatore a ricevente.

Reiki quindi ci rende canali, tramiti dell’energia universale della vita, lascia che la vita scorra dentro e attraverso di noi.

Il suo fondatore fu Mikao Usui, medico e sacerdote giapponese.

La parola Reiki è formata da 2 fonogrammi: Rei e Ki. Rei rappresenta l’insieme delle frequenze vibrazionali esistenti nell’universo (il creatore) di ogni cosa.

Ki invece costituisce la forza dinamica che attraverso la sua energia permette alla vita di manifestarsi. Pertanto reiki e da considerarsi  una miracolosa energia divina che sostiene la vita.

Cosa NON è il Reiki

  • Reiki non è una religione
  • Reiki non è pranoterapia anche se può’ essere confusa con essa
  • Reiki non è psicologia, ma la comprende.
  • Reiki non è magia ne può mescolarsi ad essa MAI
Una volta attivati al 1 livello, lo  si resta attivati  per tutto il corso della propria vita, senza necessitare di ulteriori attivazioni aggiuntive. E qualora dovessero essere ricevute fungono come potenziamento energetico. Poi ovviamente l’utilizzo di reiki dipende dalla propria volontà individuale
Per attivarsi al Reiki si paga una quota decisa dal master. Il motivo è semplice : le persone non pagano per l’energia e i suoi benefici, ma pagano il tempo che l’operatore o il Master gli dedica.
Esistono anche Master che lavorano gratuitamente.
Inizialmente i livelli di conoscenza nel Reiki erano due, più il  livello di Master. Il terzo livello è stato inserito negli ultimi anni, quando si sono presentate sempre più persone che erano interessate a ricevere l’attivazione da Master, per un potenziamento personale, ma a non all’insegnamento della tecnica Reiki. E così si è creato automaticamente il terzo livello.
Le energie dell’operatore Reiki non si esauriscono mai. Infatti la coscienza di Reiki considera entrambi, il praticante e il ricevente, bisognosi di guarigione e quindi entrambi vengono trattati nello stesso momento.

Perciò dare un trattamento accresce sempre l’energia della persona e lo lascia circondato da un profondo rilassamento e da amorose sensazioni di benessere.
I Principi dovrebbero essere interiorizzati e vissuti come modello di vita di ogni praticante Reiki.I 5 principi Reiki costituiscono l’essenza filosofica del Maestro Usui, e sono:

  1. SOLO PER OGGI NON MI ARRABBIO.
  2. SOLO PER OGGI NON MI PREOCCUPO.
  3. SONO PIENO DI GRATITUDINE.
  4. SVOLGO IL MIO LAVORO CON DEDIZIONE.
  5. SONO GENTILE VERSO LE PERSONE.

[learn_more caption=”Considerazione”]

Tutto il sistema energetico di ReiKi è basato su otto simboli cosmici o universali.Questi attivano esclusivamente energie vitali universali di tipo olistico.

I simboli universali compaiono in tutte le culture evolute; essi ci portano in contatto con i piani più elevati della coscienza. Essi attivano esclusivamente energia luminosa – un’energia vivente, non statica, irradiante – che manifesta le sue qualità di completezza, come gioia, saggezza, chiarezza o amore universale.

Gli esclusivi simboli armonici e universali sui quali si basa ReiKi sono, secondo Carl Gustav Jung, ‘entità viventi’ continuamente in movimento, e nei confronti della nostra psiche possiedono – che ne siamo coscienti o meno – una determinata forza magnetica e un certo effetto

Andreas Dahlbert così riassume le funzioni dei simboli: “L’uomo ha ricevuto la forma dei simboli in dono da un altro mondo, o da un altro piano, al fine di potersi mettere in contatto con quel mondo, o quel piano.”[/learn_more]

[box]La classificazione di Usui riguardo i livelli reiki è diversa rispetto all’Occidente: il livello più basso shoden (corrisponde al nosro 1° livello) era diviso in Roku-To (6° livello), Go-To (5° livello),Yon-To (4° livello), San-To (3° livello); okuden (corrisponde al nostro 2° livello) era diviso in okuden-zenki (prima parte), okuden-koki (seconda parte).Seguiva poi il livello shinpiden che dava la possibilità di diventare assistenti del maestro, cioè shihan-kaka che approssimativamente significa assistente dell’insegnante.A discrezione del maestro, l’ultimo passo da compiere era chiamato shihan (insegnante). A questo livello corrisponde il master/teacher del sistema di classificazione adottato da diversi maestri in Occidente.[/box]

Sintetizzando:

  1. – Con il Reiki NON si fa magia
  2. – Il Reiki riequilibra i chakra e l’energia personale
  3. – Reiki è un percorso di crescita spirituale.
  4. – Una volta attivato al Reiki è per sempre
  5. – Reiki Non è la bacchetta magica, ma  un’energia di sostegno e di evoluzione personale.
  6. Non serve uno speciale addestramento per dare o ricevere Reiki
  7. – L’energia Reiki fluisce da sola (non di può dirigere o manipolare.
  8. – Non serve una particolare predisposizione o concentrazione mentale.
  9. –  Un praticante Reiki non rischia di ricevere le negatività degli altri.
  10. – Reiki è compatibile con tutti i metodi di guarigione e complementare con tutti i tipi di cure.
  11. – Reiki si può applicare su tutto: mondo minerale, vegetale, animale, liquido e gassoso. E lavora su tutti i livelli: Fisico, mentale, emozionale, spirituale.
  12. – Reiki aiuta a sviluppare i talenti nascosti e le capacità innate.
  13. – Reiki non è una religione.
  14. – Reiki si potenzia attraverso la pratica
  15. – Reiki funziona sempre, anche quando i risultati non sono evidenti.
  16. – E’ il Reiki che compie il lavoro di guarigione non l’operatore
  17. – Reiki Funziona se donato costantemente e giornalmente su se stessi o su gli altri

[learn_more caption=”Glossario Reiki”]

Glossario o vocabolario dei termini utilizzati nel Reiki e nell’ambito della spiritualità.

ANIMA = Coscienza Suprema riflessa sulla mente (Ectoplasma). Colei, che osserva le attività mentali. Supponiamo che l’acqua sia uno specchio e rappresenti la mente (psiche) e la luna il Supremo, allora la luna riflessa nello specchio d’acqua è la nostra Anima. Essa è nostra solo perché possediamo una mente su cui essa può riflettersi. Senza mente non c’è Anima individuale ma solo un’Anima Suprema.

ATMA = Vedi Anima.

AUM = Oppure “Om” Suono della creazione che suona incessantemente ovunque nell’universo. E la base di tutti i suoni; la parola universale simbolo di Dio. L’Aum dei Veda divenne la sacra parola Hum dei Tibetani, Amin dei Mussulmani e Amen per gli Egizi, i Graci, i Romani, gli Ebrei e i Cristiani.

AHO USAKI HO = Guarigione Concentrata.

ANSHIN RITSUMEI = Vedi Illuminazione.

ANTAKARANA = Simbolo del Master nel Reiki tibetano.

A.R.T. = “Advanced. Reiki. Tranning.” Tirocinio di Reiki Avanzato. E una delle diverse metodologie Reiki inventate da Wiliam Lee Rand. (Vedi Karuna Reiki).

ATTIVAZIONE = ” Armonizzazione o Iniziazione”. Dal giapponese Reiju”. Rito di armonizzazione energetica volto al fine di aprire i canali Reiki. E permettere all’operatore di far fluire Reiki dalle proprie mani.

AUTOTRATTAMENTO REIKI = Pratica Reiki quotidiana, che ogni operatore Reiki dovrebbe eseguire regolarmente su se stesso tutti i giorni, al fine di migliorare lo stato psico fisico individuale e per espandere la propria coscienza Spirituale. E struttuarato in 12 posizioni base, ed ogni posizione va tenuta per un minimo di 3 minuti.

BYOSEN = Tecnica manuale di ascolta dell’aura per individuare gli squilibri energetici. conosciuta in occidente con il nome di tecnica Scanner.

BUSHI = Rango nobiliare a cui appartenevano gli antichi Samurai.

BUDDHA = “Natura Buddhica” Stato di coscienza dell’essere a cui tutti gli esseri incarnati nella materia sia inconsciamente che consciamente aspirano. Liberazione dalla ruota delle incarnazioni. Vedi Illuminazione.

CHAKRA = Letteralmente ” cerchi, centro, ruota, plesso.” Fisiologicamente sono i plessi nervosi e ghiandolari. I Chakra hanno la funzione di aiutare la mente nella sua espressione psicofisica. Essi controllano, attraverso le loro vibrazioni, i nervi e le secrezioni ghiandolari. Se ne contano, secondo la tradizione Yogica, sette principali me nel Tantra il loro numero è maggiore. Tutti questi plessi sono situati lungo l’asse cranio-sacrale. Ogni Chakra controlla varie tendenze mentali.

CENTRATURA = Indica un momento di raccoglimento interiore in che il praticante Reiki esegue prima di ogni trattamento su se stesso o su gli altri, oppure prima di una meditazione. Si esegue sovrapponendo le mani sopra il cuore (all’occidentale). Oppure unendo i palmi delle mani in preghiera, mantenendo la distanza di un pugno dal torace con le mani situate appena sopra il cuore (alla giapponese).

CHUJIRO HAYASHI = ( 1879-1940) Ufficiale della marina militare giapponese in pensione. Egli ricevette l’iniziazione a Master Reiki da Usui intorno al 1925, all’età di 47 anni.

CHUDEN = Secondo Livello.

DIKSHA = Dalla radice sanscrita diksh, ovvero dedicarsi, il termine più appropriato sarebbe: “Iniziazione Spirituale”.

FRANK ARJAVA PETTER = Reiki Master che è andato alla ricerca delle radici del Reiki nella sua terra d’origine il Giappone. Trasportando in seguito gli insegnamenti dell’antica scuola di Usui in Occidente.

GOKAI SANSHO = Momento di riflessione in cui i praticanti di Reiki ripetono i 5 principi Reiki.

GASSHO = “O Gasso”. Indica la posizione delle mani unite in preghiera attraverso l’unione dei palmi e dei polpastrelli.

REIJI HO = Tecnica intuitiva per percepire la malattia.

GENDAI REIKI = Reiki Moderno e contemporaneo. Scuola formata da Hiroshi Doi.

GYOSHI HO = Tecnica Reiki per inviare energia attraverso gli occhi.

GENETSU HO = Tecnica contro la febbre.

GURU = Letteralmente colui/lei che porta dall’oscurità verso la luce; guida spirituale. Vi sono vari livelli di Guru: il Sadguru è la forma più alta di guida socio-spirituale. Il Sadguru e capace di innalzare la Kundalini dei propri discepoli fino all’ultimo Chakra. Garantisce il successo dell’aspirante spirituale (se questo naturalmente collabora) anche senza la Sua presenza fisica, perfino migliaia di anni dopo la Sua morte fisica.

HIROSHI DOI = Reiki Master giapponese iniziato al metodo Reiki occidentale ed entrato a far parte della Usui Reiki Ryoho Gakkai. E grazie al suo operato che Frank Arjava Petter ha potuto approfondire i suoi studi sul Reiki giapponese.

HAWAYO TAKATA = (1900-1980) Terzo Master successore nel lignaggio di Usui. A lei si deve il merito di aver fatto conoscere Reiki all’occidente.

HATSU REI = Avviare Reiki.

HATSU REI HO = Tecnica meditativa messa a punto dal Maestro Usui utilizzata per potenziare il proprio flusso di Reiki.

HO = Dal giapponese “Tecnica.”

HESO CHIRYO HO = Tecnica Reiki per il trattamento dell’ombellico.

MIKAO USUI = Fondatore del metodo Reiki (1865-1926).

INAMOTO HYAKUTEN = Secondo successore della scuola di Hayashi e fondatore della Komyo Reiki Kai.

IMPERATORE MEIIJI = Imperatore del Giappone vissuto tra la Prima metà del 1800 e i primi del 1900. Conosciuto perché nel 1878 decretò la fine della casta dei Samurai. Viene inserito nell’ambito Reiki perché i 5 principi del Maestro Usui fanno parte di alcune composizioni poetiche composte dall’imperatore Meiiji.

ILLUMINAZIONE = Stato di totale realizzazione interiore dove la ralazione tra gli opposti cessa di esistere in quanto tale. Comprensione della non dualità. Raggiungimento della totale pace interiore. Liberazione dalla ruota delle incarnazioni. Nirvana, Coscienza Buddhica, Samadhi.

JAPANESE REIKI = Sono le tecniche e le attivazioni che si usavano e si usano ancora oggi alla scuola Giapponese del Maestro Usui la: Usui Reiki Ryoho Gakkai. Oggi questa conoscenza è potuta arrivare fino a noi grazie a due persone: Frank Arjava Petter e Hiroshi Doi, un membro della Usui Reiki Ryoho Gakkai, dove appunto si è formato. L’insegnamento si è reso in seguito disponibile anche in Italia grazie a Taggart King, allievo diretto di Frank Arjava Petter che ha ricevuto anche gli insegnamenti di Hiroshi Doi.

JODO-SHU = Setta dellla terra pura del Buddhismo giapponese ( Corrente buddhista di cui faceva parte il Maestro Usui.

JUMON = Mantra in giapponese ( Vedi Mantra).

JOSHIN KAKKYU = metodo per purificare lo spirito attraverso il respiro.

JAKI KILI JOKA = Tecnica Reiki per purificare gli oggetti.

KARMA = Azione. Legge karmica, il naturale processo di evoluzione degli eventi in virtù di una azione eseguita precedentemente, per mezzo del quale tutti gli esseri viventi raccolgono il frutto delle loro azioni. La prima azione di creazione avviene attraverso la mente e il pensiero, a livello karmico pensare di uccidere una persona, e uccidere veramente fisicamente una persona è la stessa identica cosa il risultato non cambia. Buddha l’illuminato disse: “Qualunque cosa ha come fonte la mente. La mente è il principale costruttore e la mente è tutto ciò che è stato fatto. Se una persona parla o agisce con mente impura, la sofferenza lo seguirà nello stesso modo in cui la ruota segue il bue che tira il carro. Qualunque cosa ha come fonte la mente. La mente è il principale costruttore e la mene è qualunque cosa creata. Se una persona parla o agisce con mente pura, la felicità lo seguirà come la sua ombra che non lo lascia mai”.

KARUNA REIKI = Sistema Reiki ideato da un Master Reiki di nome Wiliam Lee Rand. Non ha nulla a che vedere con il metodo Usui di guarigione spirituale, se non per il fatto di avergli dato il nome Reiki. Inventando di sana pianta dei simboli diversi con valenze simili ai simboli e alle attivazioni di Usui e dicendo di aver canalizzato tale metodologia in meditazione.

KIHON SHISEI = Posture standard.

KENYOKU = bagno secco.

KOKI HO = Tecnica Reiki per inviare energia attraverso il soffio.

KI = “Energia o Soffio”. E la forza motrice che sottostà al mutamento, dove attraverso la sua energia dinamica e onnipresente mantiene in vita unisce ed assembla tutto il creato.

KURIYAMA = “Dal giapponese Kuri: Nome. Yama: Montagna”. Nome della montagna sacra situata fuori Kyoto. Luogo dove il Maestro Usui eseguì i 21 giorni di meditazione e digiuno al termine dei quali raggiunse l’illuminazione; ricevendo come dono dal cielo l’abilità di ripristinare la salute attraverso l’imposizione delle mani. Abilità chiamata in seguito Reiki.

KULAKUNDALINI = o “Kundalini” Letteralmente “l’arrotolata”. Forza divina arrotolata su se stessa tre volte e mezzo nel Chakra alla base della colonna vertebrale/Muladhara Chakra). Durante la sua ascesa nel canale di Sussumna, la Kundalini fa provare ai mistici estasi e realizzazioni divine (Samadhi). Quando raggiunge il Chakra alla sommità del capo(Sahasrara Chakra)si raggiunge l’unità con il Supremo. (Kevaliya, Yoga, Nirvikalpa Chakra.)

MEDITAZIONE = Pratica spirituale attraverso la quale il devoto si allena a raggiungere un più levato stato di coscienza.

MEIIJI = Vedi Imperatore Meiiji.

MANTRA= Man = Mente e Tra = Liberazione. Letteralmente significa liberazione dalla mente. Suono sacro presente nella cultura indiana utilizzato in meditazione e nell’intonazione di canti sacri.

MAWASHI REIKI = Cerchio Reiki. Pratica collettiva di trasferimento d’energia in senso anti-orario attraverso l’unione dei palmi delle mani di più persone.

MURYO JU = Nome del secondo simbolo della scuola di Hayashi.

MOKUNEN = Focalizzazione.

NADATE CHIRYOHO = Tecnica di pulizia o di strofinamento.

MIKAO USUI = (1865-1926). Fondatore del metodo Reiki.

OKUDEN = Terzo Livello.

OSHITE CHIRYOHO = Tecnica di Pulsazione.

PRANAYAMA = Letteralmente “controllo dell’energia vitale;” pratiche respiratorie. dello Yoga.

REIJU = Vedi attivazione.

REI = “Coscienza Divina”. La causa e l’effetto che si cela dietro la creazione. L’Inspiegabile. Qualche cosa di misterioso. La motivazione che si antepone alla vita stessa. Il perpetuo respiro dell’universo. Il grande anello di congiunzione che in se racchiude il principio e la fine. Comunemente conosciuto nella cultura cattolica come Dio.

REIKI UNIVERSALE = E uno degli infiniti stili Reiki in circolazione oggi. Formato dall’unione di Reiki Usui, Reiki Karuna e Reiki Tibetano.

RISHI = Veggenti, esseri superiori che manifestano saggzza divina; in particolare, i saggi illuminati dell’antica India ai quali vennero rivelati intuitivamente i Veda.

SAMADHI = Il passo supremo nell’ottuplice sentiero dello Yoga tracciato dal saggio Patanjali. Il Samadhi è raggiunto quando colui che medita, e l’ggetto della meditazione (DIO) divengoni uno.

SADHANA = Disciplina spirituale con delle basi scientifiche e spirituali. Il Sadhana è lo sforzo, la lotta per l’autorealizzazione.

SADGURU = Guru Perfetto. Guida impeccabile sia nella filosofia che nella disciplina spirituale. Egli libera la società dai dogmi e sentimenti ristretti. Nella scienza Tantrica questa entità è la manifestazione (non incarnazione) di Taraka Brahama, cioè l’intermediario tra l’individuo e la Coscienza Suprema che libera dai vincoli di Saguna Brahama e fa immergere l’aspirante spirituale nella beatitudine infinita (Ananda) di Nirguna Brahama

SANSEI = Dal giapponese “Maestro”.

SAMSKARA = “Reazione”. Reazioni mentali potenziali. ( In forma letente nella mente) O semi psichici. Quando una persona compie una azione pensando di essere l’autrice, allora nella mente umana (nell’Ego) si impregna la reazione di quella azione indipendentemente dalla sua natura positiva o negativa. Queste reazioni non espresse vengono definite Samskara. La mente deve bruciare queste reazioni potenziali per poter raggiungere lo stato di non reazione o liberazione. Finché ci saranno Samskara la mente passerà da un corpo a l’altro in modo da poter esaurire queste distorsioni mentali.

SIDDHARTA = Personaggio storico vissuto 2500 anni fa che raggiunse l’illumunazione e diede vita ad una corrente religioso-spirituale chiamata Buddhismo.

SEISHIN TOITSU = Monento in cui gli insegnanti Reiki danno l’attivazione.

SHIN-KYU = Trattamenti con agopuntura e moxa.

SEIHEKI CHIRYO HO = Tecnica Reiki di trattamento delle abitudini malsane come fumo, alcool, droghe, ecc..

SEMINARIO REIKI = Corso pratico e teorico dove all’aspirante viene risvegliata la capacità di far fluire Reiki dalle proprie mani per mezzo delle Armonizzazioni. O Reiju, o Attivazioni.

SHIRUSHI = Simboli Reiki.

SHODEN = Primo Livello Reiki.

SHINPIIDEN = “Livello Master Reiki”. Livello insegnante.

SHIVA = Sadguru vissuto 7000 anni fa nel nord dell’India e in Nepal. Fu colui che introdusse per la prima volta nella cultura umana le pratiche Tantriche, le 7 note musicali, la danza classica, la medicina ayurvedica, il sistema di matrimonio, la lotta contro i dogmi ecc.; Shiva viene anche usato per rappresentare l’idea della Coscienza Suprema. Nella cultura indiana Shiva ha molti nomi, come: Hari, Mahadeva, Maheshvara, Pasupati, Viireshvara, Mahakaola, ecc. Shiva viene anche usato per rappresentare un aspetto di Dio nella trinità Induista: Brama, Visnù e Shiva. Creatore, Conservatore e Distruttore. I 3 stati di Un Unica divinità.

SHUDAN REIKI = Maratona Reiki. Quando più praticanti si alternano dandosi il cambio nel trattamento Reiki su un ricevente per tutto il giorno, tutti i giorni fino alla completa guarigione del paziente.

TANDEN CHIRYO HO = Tecnica Reiki disintossicantte, molto efficace contro le intossicazioni alimentari.

TANTRA = “Tan=tenebre, Oscurità. e Tra = Liberare” Tradotto significa La liberazione dall’oscurità. Scienza Tantrica, Creata da Shiva 7000 anni fa in India, che comprende un insieme di pratiche psico spirituali come lo Yoga, Meditazione, regole di pulizie ed etica quotidiana che mirano al risveglio dell’energia spirituale chiamata Kulakundalini.

TAGGART KING = Reiki Master allievo di Frank Arjava Petter nel Japanese Reiki responsabile di aver trasportato in Italia gli insegnamenti della scuola di Usui.

TRATTAMENTO REIKI = “Trattamento o Sessione Reiki”. “Katà Completo”. Pratica Reiki che l’operatore Reiki esegue su un ricevente al fine di curare la disarmonia spirituale dell’individuo causa principale del malessere fisico. E importante prima di trattare una zona specifica del corpo, eseguire un trattamento completo, per fare in modo che l’organismo venga stimolato nella sua totalità riattivando così la propria capacità di guarigione. E struttuarato in 12 posizioni base, ed ogni posizione va tenuta per un minimo di 3 minuti.

TEMPIO SAIHOJI = Luogo in cui risiede la tomba e la lapide memoriale del Maestro Usui.

USUI REIKI RYOHO GAKKAI = Scuola Reiki fondata dal Maestro Usui nel 1922.

UCHITE CHIRYHO = Tecnica di percussione.

VIBRAZIONI = Onde e particelle emesse dai corpi e dalle menti.

YAMAGUCHI CHIYOCO = (1921-2003) Maestra Reiki iniziata al Master Reiki da Sansei Hayashi all’età di 17 anni.

YOGA = Dal Sanscrito Yuj, ” Unione”. Il più alto significato della parola Yoga nella filosofia Indù è unione dell’anima individuale attraverso lo spirito per mezzo di metodi scientifici di meditazione. Un insieme di pratiche Fisico-spirituali volte allo scopo di realizzare il divino nella

VRTTI o VRITTI = Tendenze mentali umane legate ai Chakra..

ZUI:UN = Nome del primo simbolo della scuola di Hayashi.

A Cura di Marco Milione ( Milano 2006)

[/learn_more]

 281 total views,  1 views today

Potrebbero interessarti anche...

Ciao, ti va di commentare questo articolo?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.