Legni adatti per la bacchetta magica

 

La bacchetta magica non importa se bella o brutta, preziosa o grezza è il principale strumento del mago con il quale acquisire e distribuire energia e potere sacro.

Essa è tradizionalmente realizzata con vari tipi di legni a secondo dell’uso per il quale viene creata. Anche se nei tempi moderni il mago usa la bacchetta magica anche se sostituita da aste di metallo.

 

Legni usati per le bacchette magiche

Acacia Secondo Franz Bardon, “sia  il legno di quercia che di acacia sono materiali ottimi  per creare una bacchetta magica”.
Mandorlo Questo legno è specificato nel Libro della Magia Sacra di Abramelin il Mago .
La bacchetta del mago può essere fatta di qualsiasi legno di noce secondo la Chiave di Salomone .
Secondo Agrippa (OP1.26), il mandorlo e altri boschi di noci sono associati al pianeta Giove.
Levi raccomanda che la bacchetta magica sia fatta di mandorle o nocciole.
Hanthillis (barba di Giove) Secondo il testo magico solomonico di Almandal , le bacchette di Hanthillis dovrebbero essere avvolte con filo di seta di colore appropriato.
Melo Albero sacro a Giove (Agrippa, OP1.26). Il mago druidico Mannanàn Mac Lir portava una bacchetta di melo (Peter Berresford Ellis, A Brief History of the Druids ). 
Cedro Sacro a Giove (Agrippa, OP1.26), secondo Franz Bardon, una bacchetta magica fatta di cedro è usata specialmente per curare le persone. Yates racconta di un “medico delle fate” irlandese il cui potere mistico veniva dalle fate usava una bacchetta di cedro durante la preghiera.
Faggio Sacro a Giove (per Agrippa, OP1.26).
Quercia Secondo la chiave di Salomone, la quercia ha potere sugli spiriti di Giove. Secondo Agrippa ( OP2.14 ) nel Calendario magico , vi è scritto che questo è un albero sacro associato al segno zodiacale della Bilancia
Acacia bianca Albero sacro associato al segno zodiacale dell’Acquario
Canna (L. arundo donax ) Secondo la Chiave di Salomone le bacchette dei discepoli devono essere fatte con le canne
Corniolo Secondo la chiave di Salomone, il corniolo risulta utile soprattutto quando si opera con agli spiriti di Marte
Castagno Albero sacro associato al segno zodiacale del Leone
Cedro Vedi corniolo.
Cipresso Utile per creare o tracciare il cerchio magico
Ebano L’ebano è un albero sacro a Hermes. Questo legno è specificato da Tritemio nel suo trattato sull’invocazione degli  angeli in un cristallo. Il re egiziano Nectanebus usò una bacchetta di ebano insieme a formule magiche per animare i modelli dei suoi nemici e attaccarli.  Una bacchetta di ebano veniva usata nella magia greco-egiziana
Sambuco o sambuco (L. sambucus ) Nella  Chiave di Salomone . Grimorium Verum si specifica che una bacchetta di sambuco dovrebbe essere usata per preparare le pergamene, i pentacoli e gli anelli magici. Secondo il metodo di Abognazar viene utilizzata solo per le operazioni di Venere. Secondo Franz Bardon, “la bacchetta fatta di legno di sambuco, dimostra, a causa della sua analogia con Saturno, particolarmente efficace quando si invocano o evocano spiriti e demoni elementali”.
Olmo Albero sacro associato al segno zodiacale dei Pesci
Fico, bianco Sacro a Giove (Agrippa,)
Nocciolo Molteplici fonti indicano l’uso  del nocciolo mai fruttato per la bacchetta magica, tra cui la Chiave di Salomone , Weyer, Goetia, Grand Grimoire e Levi. Secondo il Libro giurato di Onorio (Cap CXXXII), la bacchetta o il bastone del mago è fatto di alloro o nocciola. Per Agrippa il nocciolo è  sacro a Mercurio ed a Giove (OP1.26 e OP1.29).Il Grand Grimoire  indica un metodo di divinazione usando una bacchetta di nocciolo. Secondo Bardon il  nocciolo o il salice sono i materiali migliori e raccomandati per realizzare le bacchette magiche.
Agrifoglio L’agrifoglio è il più bianco di tutti i legni, considerato sacro dai druidi ha avuto un ruolo importante nella magia dei Greci e dei Romani. Era particolarmente adatto per la divinazione. All’inizio si usava perchè  si credeva che l’agrifoglio e altre piante spinose respingessero tutti gli spiriti maligni. (Gale, p. 2.) Le stesse proprietà apotropaiche furono notate da Plinio il Vecchio (23-79 d.C.).
Leccio Sacro a Giove (per Agrippa, OP1.26).
Ippocastano Sacro a Giove, secondo Agrippa (OP1.26).
Ginepro Secondo la chiave di Salomone, il ginepro e il pino sono utili a domare gli spiriti
Alloro Bacchette di alloro si trovano in più incantesimi nei papiri magici egizi. Chiamata “pianta sacra di Apollo” si dice che un rametto di alloro tenuto nella mano destra funga da protettivo. Secondo Porphyry ( On Images), l’alloro “è pieno di fuoco e quindi odiato dai demoni”. Secondo Pseudo-Bacon, lo scettro magico deve essere fatto di un albero di alloro. )
Mirto Secondo la Chiave di Salomone il mirto è utile con in particolare con gli  spiriti di Venere. Il libro Ancient Christian Magic di Marvin Meyer include un incantesimo che coinvolge un ramo di mirto tenuto nella mano destra Questo è un albero sacro è associato al segno zodiacale del Toro.
Quercia Sacro a Giove, secondo Agrippa. Secondo Franz Bardon il legno di una quercia o di un’acacia è un materiale eccellente per creare una bacchetta magica
Oleandro Albero sacro associato a Giove, secondo Agrippa.
Oliva Sacro alla luna e Giove (Agrippa). Albero sacro associato al segno zodiacale dell’Ariete . Bacchette di ulivo si trovano anche nei papiri magici greci . Casanova (1725-1798) usava una bacchetta magica in legno di ulivo, lunga circa 18 pollici.
Palma Un ramoscello di palma è tenuto nella mano destra durante un rituale descritto nel sesto e settimo libro di Mosè . Albero sacro associato al segno zodiacale del Sagittario
Pero Sacro a Giove (Agrippa, ). Il pero e l’albero sacro della Vergine
Pino Secondo la chiave di Salomone, il ginepro e il pino è utile con gli spiriti di Saturno. Questo è un albero sacro associato al segno zodiacale del Capricorno.
Prugnolo Sacro a Giove (Agrippa,).
Melograno Questo legno è usato nei rituali  zoroastriani.
Pioppo Albero sacro a Giove, secondo Agrippa. Grillot de Givry ( Witchcraft, Magic & Alchemy) mostra un’operazione magica che presenta una “bacchetta di pioppo,” per metà senza corteccia .
Tamarindo legno usato nei riti zoroastriani
Noce La bacchetta del mago può essere fatta di qualsiasi legno di noce secondo la Chiave di Salomone
Salice  Secondo Bardon, “il salice è un buon legno per una bacchetta magica.  La terza immagine di Giordano Bruno su Venere porta una bacchetta di salice ( De Imaginum Compositione (1591) Libro 2, cap 13.
Tasso Tradizionalmente considerato un albero sacro tra gli irlandesi, il tasso è profondamente radicato nel folklore irlandese. È noto da tempo che ha proprietà tossiche quindi necessita di prudenza nella sua manipolazione.

La lunghezza

 

 5,841 total views,  9 views today

Potrebbero interessarti anche...

Ciao, ti va di commentare questo articolo?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.